lunedì 20 febbraio 2017

GNOCCHETTI DI ZUCCA




La Regina dell'Inverno esercita sempre grande fascino e magia; che tu la usi di bellezza su un ricco buffet invernale per regalare colore agli occhi sia che tu la declini in piatti diversi che vanno dall'aperitivo al ... dolce. E' sempre un gran successo non solo per il colore ed il sapore ma per quella coccola delicata e persistente che ti regala una volta che, fumante, è nel tuo piatto.
Per questo mi cimento negli gnocchetti!

Cosa serve per 4 persone:

800 g zucca farinosa
200 g farina
80 g grana grattugiato
40 g burro
1 uovo
sale

che fare:
inforno la zucca ancora con la buccia in forno caldo a 220°C per circa 20 minuti in modo da poterla sbucciare senza fatica, la privo dei semi e la polpa rimane bella asciutta. La schiaccio con una forchetta e la mescolo con la farina, l’uovo, poco sale e metà grana.
Lavoro gli ingredienti sino a ottenere un composto liscio e omogeneo. 
Ricavo tanti gnocchetti, poco più grossi di nocciole, e li faccio cuocere pochi per volta in acqua bollente salata, raccogliendoli con una schiumarola man mano che vengono a galla, li posiziono quindi nello scolapasta. 
Quando sono bene asciutti, li dispongo in una terrina, intervallati a fiocchi di burro e al restante formaggio grana grattugiato.


Li servo ben caldi!
Nel caso in cui non vengano utilizzati tutti, i rimanenti, sui loro bei vassoi, finiscono direttamente in freezer e, una volta congelati, li ripongo in sacchetti divisi per 3 o 4 porzioni per volta. 
Scrivo il numero delle porzioni sul sacchetto trasparente con pennarello indelebile in modo da sapere l'esatto quantitativo nel momento dell'utilizzo!

Bon Appetit!

mercoledì 15 febbraio 2017

RISOTTINI !!!!

Risotto e pere,
pere e gorgonzola
riso ... frutta di stagione e ... formaggi!
La quintessenza dei profumi in tavola, una coccola per le bigie e fredde giornate invernali


Declinato con "ristretto" di vino rosso
e
con pere saltate al burro


Che dire, se non che:
è irrinunciabile un buon brodo di carne, le pere grigliate a fettine sottilissime in forno diventano cips fantastiche, il Gorgonzola, sì ... quello con la G maiuscola con tanto di "goccia" e a temperatura ambiente ... fanno di un "semplice risotto" un capolavoro di gusto!
Per il ristretto:
una mezza bottiglia di buon vino rosso fatta evaporare su fuoco lento con l'aggiunta di 50 g di burro.
Per le pere: rosolare la pera a tocchetti in burro nocciola!
La pera è inserita quando rosolo la cipolla e tosto il riso in modo che cuocia bene con il riso e divenga morbida.
Il Gorgonzola è aggiunto negli ultimi minuti di mantecatura, a fuoco spento.

Bon Appetit!

martedì 7 febbraio 2017

CIAMBELLINE e BRIOCHES


Morbide ...
dolci ...
salate ...
Come piu' ti piace!

L’impasto di queste CIAMBELLINE non prevede l’utilizzo delle patate, è un lievitato semplice che ben si presta alla cottura in forno.
Queste ciambelline  non hanno nulla da invidiare alla classiche ciambelle fritte e sono proprio quelle che desideravo trovare da tanto tempo perché … del fritto non sono assolutamente amante!
Ingredienti per circa 20/25 ciambelle
§  230 ml di latte
§  60 g di zucchero semolato
§  1 uovo
§  450 g di farina 00 o meglio Manitoba
§  7 g di lievito di birra fresco ( 1/4 del cubetto) per una lievitazione più veloce aumentare la dose del lievito sino a 15 g circa 
§  100 g di burro morbido
§  vaniglia semi di 1/2 bacca
§  un pizzico di sale
CHE FARE:
Sbatto l’uovo con una forchetta. Verso nella ciotola della planetaria: l’uovo, lo zucchero, i semi di vaniglia, il latte e il sale e mescolo il tutto.
Unisco al composto il lievito sbriciolato in precedenza in 100 g di acqua e un cucchiaio di zucchero tolto dalla quantità totale; metà della farina setacciata e inizio ad impastare con la planetaria ( gancio a foglia); l’impasto deve risultare omogeneo.
Aggiungo il burro morbido un po’ per volta a pezzetti piccoli, continuando ad impastare per incorporarlo, con la planetaria devo sostituire il gancio a foglia con il gancio a spirale.
Quando tutto il burro sarà ben incorporato aggiungo la farina rimasta un po’ per volta e continuo ad impastare sino ad ottenere un composto lucido, liscio, elastico e un po’ appiccicoso. Trasferisco l’impasto sulla spianatoia ben infarinata e lavoro sino a quando non si attaccherà più alle mani. Se necessita aggiungo altra farina ma senza esagerare, l’impasto deve risultare morbido.
Spennello con olio evo una ciotola capiente e adagio l’impasto, lo incido con una lametta tracciando una croce, copro a campana con un'altra ciotola rovesciata sopra e sigillo in una borsa o sacchetto di plastica. Faccio lievitare in un luogo tiepido per più di 1 ora ( deve raddoppiare il volume e potrebbe servire più tempo).
Trascorso il tempo della lievitazione, infarino la spianatoia e reimpasto con delicatezza l’impasto lievitato per farlo sgonfiare.
Con un mattarello stendo l’impasto sino ad ottenere una sfoglia con uno spessore di circa 1 cm, ricavo le ciambelle con un tagliapasta di diametro 8 cm e fare un foro al centro con un altro tagliapasta del diametro inferiore. Ho utilizzato dei tagliapasta in plastica di diametri diversi.



Sistemo le ciambelle ottenute ben distanziate su di una teglia rivestita con carta forno, copro con una leccarda rovesciata e faccio lievitare nuovamente per più di 1 ora in un luogo tiepido, le ciambelle devono raddoppiare di volume.
Scaldo il forno a 180°C e cuocio le ciambelle per circa 15/20’ … dipende dal forno, le ciambelle devono risultare dorate
In un pentolino sciolgo il burro e spennello le ciambelline sofficissime al forno con il burro fuso, le passo nello zucchero semolato.
Sono dorate e zuccherate all’esterno, morbidissime e spugnose all’interno, hanno un gusto delicato, la copertura di zucchero semolato le rende speciali e sono giuste per una una colazione o merenda energica e gustosa.

Gustare le ciambelline sofficissime al forno calde, ottime anche fredde e si possono riscaldare per ridonare loro … fragranza!

Bon Appetit!



sabato 4 febbraio 2017

TORTINE DAL CUORE MORBIDO


Mmmmh...
coniugare formaggi e verdure è ormai il mio forte e questa volta ci riprovo con queste tortine morbide di zucchina e crescenza!
Molto gustose ma delicate, 
il loro cuore morbido, 
che scopro solo al primo morso, 
una dolce sorpresa per gli occhi ed il palato!

INGREDIENTI per una decina di tortine (a seconda della grandezza dello stampo)
150 g farina 00 o manitoba
1 zucchina grattugiata fresca (grattugia a fori grandi)
3 uova
75 g di burro fuso e freddo
150 g formaggio morbido e filante
noce moscata, sale, pepe macinato


CHE FARE: ungo gli stampini, se occorre ... nel caso di stampi in silicone non occorre aggiungere altro burro!!!
Amalgamo la zucchina grattugiata fresca con le uova, il burro fuso e ormai freddo la farina, il sale, la noce moscata e il pepe grattugiati freschi.
Riempio le formine a metà con il composto e nel centro aggiungo un bocconcino di formaggio, copro con il resto del composto.
Passo nel frigorifero lo stampo per un'ora.
Trascorso il tempo, scaldo il forno a 200°C con calore statico sopra e sotto.
Faccio cuocere le tortine per circa 20' e, una volta sfornate, le servo con una bella purea di carota viola per creare un contrasto cromatico!


Bon Appetit!

giovedì 2 febbraio 2017

PAN BRIOCHE vs pandoro

Sembra un pandoro???
Nooo
è la mia versione salata!


Come di consueto vado alla ricerca di lievitati home made che soddisfino occhi e palato!
Anche oggi un lievitato con lievito madre liofilizzato (si, di quelli che si acquistano in erboristeria!!!) e che soddisfano la mia voglia di lievito madre senza la cura e l'accudimento impegnativo che il "vero" lievito madre richiederebbe.
Senza troppa convinzione mi sono messa alla preparazione di questo panbrioche ... ma è proprio vero che se lasci il tempo giusto alla preparazione del lievito e il tempo giusto alla lievitazione dell'impasto, tutto procede a meraviglia.
Come qui!

INGREDIENTI:
35 g di lievito madre liofilizzato
200 g acqua tiepida
2 cucchiai di zucchero
500 g di farina Manitoba
100 g di burro a T°A

CHE FARE:
Preparo innanzi tutto il lievito e lo zucchero mescolati all'acqua tiepida e lascio lievitare per una mezz'ora circa, fino a che il lievito non forma una bella cupola schiumosa.
Verso la farina con il sale nella planetaria e aggiungo il burro morbido e comincio ad azionarla molto lentamente, aggiungo il composto d'acqua e lievito e lascio lavorare la planetaria per un buon 10'.
Tolgo l'impasto e lo lavoro ancora una decina di minuti a mano, piegando e ripiegando.
Metto l'impasto morbido e compatto nella bacinella che ne vedrà la lievitazione, con la lametta lo incido a croce e copro a "campana".
Faccio in modo che la cucina sia ben calda perchè nel frattempo ho cucinato qualche altra cosa : verdure lessate, forno acceso ... tutto funziona purchè l'ambiente rimanga caldo!
Lascio lievitare per un paio d'ore mentre faccio dell'altro.
Pongo l'impasto lievitato nello stampo prescelto, lo lascio lievitare ancora un paio d'ore!
Pongo finalmente nel forno caldo a 200°C per 20'/25'.


Ecco la bella sorpresa: un pane incredibilmente morbido, saporito
che accompagna divinamente formaggi e salumi ma che, anche da solo,
 è una bella merenda.
Si conserva anche 3/4 giorni in una bella scatola di latta!

Bon Appetit!