domenica 25 settembre 2016

SFIZI DI SFOGLIA


Una bella occasione per approfittare della SFOGLIA, la pasta sfoglia per ricettine veloci veloci ma d'effetto e sempre buonissime soprattutto se appena fatte, sfornate calde calde e gustate a scottadito!


Ritornano, ritornano sempre i vecchi amori e LA PASTA SFOGLIA è fra questi soprattutto per un apericena come si deve!

GIRELLE ZUCCHINA E PACHINO


SFOGLIATINE ALLE VERDURE
(zucchina grattugiata e ricotta)


GELOSIE CON PEPERONE E MELANZANA


e una new entry: acciughe diliscate, condite con il nostro olio evo e corredate da una dadolata di carotine e cetriolo sott'aceto! Troppo buone!!!Fresche e gustose un divertissement per il gusto di una serata fra chiacchere e risate in compagnia!

ENJOY!

sabato 24 settembre 2016

POLPETTINE DI PESCE



Qualunque tipo di pesce rimanga vuoi nella teglia, nella padella, nel cartoccio è un vero peccato doverlo sprecare ... allora, il rimedio migliore è la sua trasformazione in bocconcini saporiti.
Splendide polpettine delicate che sono un ottimo antipasto, un contorno leggero ma gustoso e stuzzicante.
Che fare?
Tritare nel frullatore la polpa debitamente diliscata aggiungendo lo stesso peso in parmigiano grattugiato e metà del peso con ricotta o formaggio fresco. Amalgamare il tutto e con le mani inumidite trasformare il composto in polpettine.
Rotolare ogni polpetta nella panure aromatica ottenuta tritando insieme 2/3 fette di pane raffermo, una manciata di noci di macadamia e un rametto di foglioline di timo, menta, basilico o altre erbine aromatiche, dopo averla tostata in padella senza aggiunta di olio o altro grasso.


Con questa panure si ottiene uno scrigno croccante che nasconde un cuore dal morbido sapore di mare.


Accomodare poi le palline ottenute su un letto di rucola fresca condita con un "giro d'olio" e sale.
Se piace accompagnare con alicette spinate e sott'olio buono, con brunoise di carotina e cetriolo, nel contenitore di vetro!
Piatto leggero e saporito, da rifare senza accendere i fornelli.

Bon Appetit!

venerdì 23 settembre 2016

TEGOLINE DI ZUCCA E GORGONZOLA


E' arrivato il momento della zucca e, a completare le variazioni intorno all'argomento, ecco qui la novità del giorno:

TEGOLINA!
Cosa occorre?
Una bella zucca che per essere sbucciata con facilità metto intera nel forno, approfittando di qualche altra preparazione, la sbuccio, tolgo i semi e cerco di affettarla il più regolarmente possibile.
Utilizzo poi un coppapasta rettangolare per preparare le fettine di Gorgonzola che taglio direttamente nella forma e le fettine di zucca: il doppio di quelle di Gorgonzola.
Nei coppapasta dispongo poi le fettine di zucca precedentemente passate sotto il grill per 6' e condite con sale aromatico e olio evo, sovrappongo la fettina di Gorgonzola e quindi un'altra fettina di zucca grigliata.
Con il calore della zucca il Gorgonzola inizierà a fondere gradualmente ... spandendo il suo "profumino"caratteristico!
Servo poi su un piattino accompagnando la tegolina, debitamente sformata, con qualche fogliolina di basilico fresco e, perchè no, con un fiorellino d'erba cipollina ... edule si intende!

Bon Appetit!

mercoledì 21 settembre 2016

VELLUTATA DI PEPERONE:LA PRIMA COCCOLA DI SETTEMBRE


Giornatina fredda? 
Prima giornata d'autunno?
Dopo tanta calura, l'aspettavamo in tanti ...
Il piacere di tornare ad indossare qualcosa di coprente, colori più intensi e desiderio dei primi piatti fumanti, come questa crema che nasce dalla peperonata mangiata a T°A fino a ieri e che oggi si trasforma in una coccola profumata e intensamente saporita.


INGREDIENTI per 4 pax:
1 cipolla  dorata di medie dimensioni
1 peperone rosso piuttosto grande
1 peperone giallo
1 patata da circa 200g
125 g di sal sa di pomodoro
olio evo, sale e una foglia di alloro

CHE FARE:
pongo sul fuoco la pentola a pressione con il fondo bagnato da "un giro d'olio", taglio la cipolla debitamente sbucciata in tocchi e la soffriggo.
Lavo, pulisco i peperoni da semi e brattee interne quindi li taglio a tocchi e soffriggo.
Sbuccio la patata, la sciacquo e la taglio a cubotti, unisco  alle verdure in pentola. Verso la salsa di pomodoro e mescolo accuratamente, cospargo di sale e aggiungo una foglia d'alloro.
Verso un mestolo o due di acqua calda per coprire le verdure e chiudo con il coperchio.
Al sibilo lascio cuocere abbassando l'intensita' del fuoco per circa mezz'ora.
Se uso la pentola normale, controllo la cottura della patata, ci vorranno in tutto almeno 45'.
Pongo nel bicchiere del frullatore tre bei mestoli della peperonata e frullo fino ad ottenere la consistenza desiderata. Posso allungare la crema con qualche mestolino d'acqua calda se risultasse troppo corposa, dipende dai gusti e dal gradimento!
Una macinata di pepe, un grattugiata di peperoncino secco o semplicemente dell'olio aromatizzato al peperoncino completano la presentazione del piatto.


Io preferisco presentare la crema nella tazzotta tipica perchè riservo la cocottina alla crema di zucca!

Ad arricchire il piatto:
roselline di patate,
le streghette, (puoi rivedere la ricetta!)
plum cake alle verdure
muffin di zucchine

Bon Appetit!

ROSA MOSQUETA macerato




Sempre a proposito di rosa mosqueta: il M A C E R A T O!
Ottimo aperitivo analcolico, superbo digestivo per la presenza di zenzero in radice!


OCCORRENTE PER UNA TAZZA : (dopo di che ho fatto le dovute proporzioni)
1 cucchiaio di boccioli di rosa mosqueta
due trucioli di radice secca (a piacere per il piccantino che fa assumere al macerato)
una tazza di acqua fredda

CHE FARE:
metto i boccioli  nella tazza d'acqua fredda, aggiungo i trucioli di zenzero e lascio in infusione per tutta la notte.
Filtro e servo in bicchiere anche freddo dopo il passaggio in frigo!


Per il SAMOVAR:
6 litri di acqua fredda
10 cucchiai di boccioli di rosa
un pizzico di zenzero radice secca o , a piacere, posso renderlo un po' più piccantino aggiungendo, con moderazione, lo zenzero secco ... putenjiii!

Lascio in infusione dalla sera a mezzogiorno del giorno seguente, filtro e verso nel samovar!

Perchè proporlo su un buffet? Perchè è senz'alcool, è fresco, prepara e aiuta la digestione grazie all'azione ineguagliabile dello zenzero, perchè ... è gradevolissimo e con un profumo antico di ... rose!

Enjoy!

martedì 20 settembre 2016

A TUTTO ... P 0 M O D O R O!


P O M O D O R O  =   E S T A T E
CALDO, SOLE
...
VACANZA!
Oltre alla salsa c'è di piu'!
La declinazione del pomodoro nelle sue mille deliiiiiizie che sanno di questi ritmi  lenti, calmi ,
 della spossatezza da caldo,
della pigrizia da feria,
di dolce "far niente"...
Ecco quindi ricettine sciuè sciuè: la prima senza cottura, che è meglio!
La seconda e la terza richiedono la frescura delle prime ore del giorno e 
... l'accensione del forno ...

La prima e' un perino privato di polpa, salato e lasciato sgocciolare perchè faccia la sua acqua di vegetazione.
Preparo poi un trito di carotine a julienne, cetriolo sott'aceto sgocciolato e li mescolo con qualche cucchiaiata di maionese home made (che è meglio!)
Riempio i mezzi pomodori dopo averli accuratamente asciugati e li tengo in frigo fino al momento di andare in tavola!
Qualche fogliolina di basilico fresco o capperi dissalati sono un ottimo abbellimento!


La classica torta renversèe si veste di rosso pomodoro e si accompagna a belle mozzarelle di bufala!
Taglio a fette il pomodoro e lo cuocio sotto il grill, nel forno, per 6' circa, Taglio a fette le mozzarelle (almeno due!)e le lascio a sgocciolare perchè perdano il siero.
Stendo la carta forno nella teglia rotonda da 28 cm, inumidita e strizzata, faccio un "giro d'olio" e accomodo pomodoro grigliato e fette di mozzarella. Altro giro d'olio, sale aromatizzato al basilico e ricopro con la pasta brisèe stesa piuttosto sottile.
In forno per 30' circa!
Sforno e lascio raffreddare ... quindi giro la torta sovrapponendo un piatto rotondo adatto a coprirla. Tolgo con delicatezza la carta forno et ... voilà! Una tarte al pomodoro, una sorta di caprese al forno e che profuma di basilico fresco nel suo guscio deliziosamente sablèe.

Ma se c'è un cuore di bue un po' avanti di maturazione ???...
Lo sbollento per tre minuti, lo pelo e lo appiattisco appena appena. Il mio guscio di brisèe lo accoglie e lo rivesto con una bella "royale" e qualche fetta di un brie saporito e delicato insieme.


Passo nel forno caldo a 180°C per 25'/30' e una volta tolto dal forno e freddo ecco pronto un piattino da pic-chic!

Bon Appetit!