sabato 22 novembre 2014

EMPTY FRIDGE O BAVARESE BICOLORE


Quando apri il frigo e non trovi gran che con cui combinare pranzo o cena ... allora bisogna aguzzare l'ingegno e lavorare di fantasia!
Ecco allora una bella idea: carote e fagioli in scatola trasformate in una bella bavarese:si, quella tortina morbida, budineggiante grazie ai fogli di gelatina o all'agar agar in polvere che richiede di non abusarne mai ... e' il trucco perche' la bella cremosita' non si trasformi in una stucchevole plasticosa viscosita' ...

Ma ecco qui gli INGREDIENTI per 8 pax:
Borlotti debitamente sgocciolati 400 g
400 g anche  di carote gia' pelate
12 g di colla di pesce
cipolla o scalogno fresco
zucchero, alloro, limone o lime (per non far annerire le carote, come antiossidante!)
olio sale pepe


che fare:
faccio stufare le carote con un filo di olio, un trito di cipolla o scalogno, un cucchiaio di zucchero, una presina di sale, pepe e un dito di acqua.
Scaldo i borlotti con una foglia di alloro.
Frullo separatamente i due composti e unisco a ciascun composto caldo 6 grammi di gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda.
Appena i composti cominceranno a "tirare" li verso negli stampini troncoconici bagnati prima in acqua fredda.
Verso alternando i due composti in modo da alternare cosi' anche i colori.
Tengo le bavaresi in frigo per almeno 6 ore, sono comodissime perche' le posso preparare anche il giorno prima.
Posso servirle su un letto di insalatina, su spinaci freschi, con una dadolata di pomodorini ... 
Io ho accompagnato una torta di rose  al gorgo appena sfornata!
Per appetiti robusti!
Avendo tempo si possono abbellire con rondelline di carote salvate dal frullato o con roselline di pomodoro fresco.

Bon Appetit!

venerdì 21 novembre 2014

TARTE TATIN di zucchine



SE MI VIEN VOGLIA DI PASTICCIARE IN CUCINA ...
la prima cosa che mi viene in mente di preparare e' il mio impasto della brisèe!
perche' so che, di tanto in tanto, un posto lo troveranno questi scodellini, le tartellette raggiungeranno i loro ripieni e i piccoli ritagli troveranno degna collocazione accanto ai pani fragranti di qualche esperimento nuovo!
E oggi ho voglia di ... 
Z U C C H I NE!


Le affetto a fetta di salame con l'affettatrice e le griglio sulla piastra dopo averle unte di olio e.v.o.
Preparo in una teglia rotonda la carta forno bagnata e strizzata, la ungo con una passata di burro e le dispongo ben ordinate a raggiera; le salo e le spolvero con Parmigiano grattugiato grosso.
Aggiungo ad ogni strato un pizzicone di herbes de Provence.
Esaurite le fette di zucchina stendo la brisèe con il mattarello in sfoglia sottile, la pongo sopra le zucchine e la rincalzo lungo i bordi.
Pongo nel forno ventilato a 250°C per 25'.
Quando tolgo la torta dal forno, la rovescio su un piatto e, ancora calda, la cospargo di abbondante Parmigiano grattugiato.
La servo in tavola anche tiepida!!!!

Bon Appetit!


PERE ALLO SCIROPPO

Ormai erano 15 gg che queste belle perine, rimaste dal LABORATORIO DEL GUSTO
 aspettavano una buona idea per finire in pentola: ed ecco qui, da un vecchio numero de "la cucina italiana" salta fuori questa bella idea da sperimentare!

LA CONSERVA DEL MESE: PERE ALLO SCIROPPO DI MIELE


INGREDIENTI:
1KG di pere ben sode
350 g di vino rosso
350 g di aceto di mele
120 g di zucchero
200 g di miele d'acacia
la buccia di un limone
4 chiodi di garofano
3 bacche di anice stellato
una spolverata di cannella

ANCHE SOLO PER IL PROFUMO CHE SI SPRIGIONA IN COTTURA ... 
E' UN PIACERE FARLE
E
RIFARLE!

Enjoy!