lunedì 24 ottobre 2011

Reminder E S T A T E!

ESTATE ... ESTATE ... ma dov'e' finita????
Sembra ieriiiii!
Sudaticci ed appiccicosi ci chiedevamo quando sarebbe finita ...
Si e' appena esaurito il gran caldOne e dopo due giorni di brutto tempo e, soprattutto freddo :-( sembra che siano passati secoli dall'ultima bella giornata! Cosi' tra un sospiro ed un brivido lungo la schiena, le ginocchia scricchiolanti e i calzerotti pesanti, mi piace riaprire la cartella delle foto dell'estate...
Scatti veloci, altri curati, scatti rubati ed altri pensati e costruiti ... Attimi di felice svagatezza, di attento gioco, di canzoni, di passeggiate senza tempo, fuori e lontano ... dagli impegni, dalle seriose occupazioni con il sorriso sulle labbra!
Mete non solo nostre ma "della famiglia" che adora sparpagliarsi per riscoprire il piacere di un bacio, di una corsa fra braccia spalancate!
Allora via ... con il revival dei ricordi:

A proposito di crema di Parmigiano



Ricetta della MIA crema di Parmigiano
INGREDIENTI:
300 gr di Parmigiano Reggiano 24/30 mesi di stagionatura
150 gr ricotta fresca
1/2 bicchiere di Franciacorta o Prosecco dry

CHE FARE:
grattugio finemente il Parmigiano e in una ciotola, lo unisco alla ricotta fresca setacciata.
Mescolo ed aggiungo poco per volta il vino, in modo da portare la crema di formaggio alla consistenza spalmabile. Spesso non utilizzo tutto il bicchiere ... dipende molto dalla stagionatura del parmigiano: piu' e' fresco e meno vino richiede!
Preparo il sac a poche con la bocchetta spizzata, lo appoggio in un bicchiere alto per poterlo riempire con la crema ottenuta. Quando sono al colmo, chiudo il sac a poche e, strizzandolo fra le mani, farcisco i pirottini o le tartellette.
Ottengo anche ottime varianti aggiungendo erbe finemente tritate, peperoncino, curry, paprica ... a seconda del colore che mi occorre!!! 


Bon Appetit!

sabato 22 ottobre 2011

PIROTTINI o la festa della brisèe (retrospettiva!)


Devo proprio ammettere che, quest'anno, gli eventi sono stati fortemente caratterizzati dalla mia passione per i piccoli bocconi e dalla presenza della pasta brisèe in piccole dosi. E' un po' come creare gioielli, le mani lavorano, scegli colori e consistenze, crei abbinamenti, sperimenti gli azzardi anche spericolati :-) con gli ingredienti che hai sottomano! Cosi' tengo sempre una bella quantita' di impasto pronto per ... ogni evenienza! Non si sa mai: puo' prendermi improvvisa la voglia di mettermi in cucina o puo' arrivare qualche richiesta improvvisa! L'amica e i conoscenti che arrivano per la cena, gli ospiti imprevisti, l'aperitivo da improvvisare o semplicemente un piccolo regalo che ti vuoi fare, una sera, per cena ... piccolo impegno consolatorio dopo una lunga giornata di doveri!
Per questo, per la loro valenza positiva e amichevole delle mie giornate, mi e' piaciuto immortalare le fasi di preparazione dei miei pirottini di pasta brisèe.

INGREDIENTI gia' riportati piu' e piu' volte ma, talmente semplice e veloce (appena 7' in tutto!) da essere per me il must
500 gr di farina 00 o con lievito
250 gr di burro a T° ambiente
un pizzico di sale o per impasti piu' rustici un cucchiaino di "salamoia bolognese"
acqua frizzante fredda q.b.

CHE FARE: nella ciotola dell'impastatrice o planetaria verso la farina ed il sale, avvio il gancio e lascio mescolare per 1'.
Aggiungo il burro a pezzettini e lascio mescolare fino a che non si forma il sottile briciolame.
Aggiungo pian piano l'acqua osservandone l'assorbimento. quando il briciolame si impasta in una bella palla, fermo il gancio e raccolgo l'impasto in un foglio di pellicola.
Lascio l'impasto in frigo per circa 30'
Trascorso questo tempo lo stendo sottile e ritaglio la sfoglia ottenuta con stampini smerlati di divrse misure a seconda dell'utilizzo che ne devo fare:
Mignon per bocconcini sfiziosi
Medi per ripieni piu' robusti da aperibuffet
Grandi per secondi sfiziosi
Pongo la pasta ritagliata nei pirottini di carta e


li allineo come soldatini sulla leccarda del forno


li pongo in forno per 15'/20', li sforno e li lascio raffreddare.
Sono pronti quindi per essere farciti!
I miei preferiti con crema di Parmigiano
vedi ricetta qui



oppure con crema di formaggi e pesto


Ma non ci sono limiti alla fantasia: le mousse di qualsiasi tipo sono ben accette e si sposano divinamente con il gusto neutro (se l'impasto e' poco salato) o piu' deciso: anche se manca la documencumentazione fotografica, posso assicurare che mousse di prosciutto cotto, creme tartufate, mousse di verdure hanno piacevolmente sorpreso le "mie" tavole!

Per non dimenticare la crema di zucca
cosi' "giusta" per questo periodo!!!!


e questo e' un augurio di
"Buon Lavoro"
con le mie manine
che mettono  in forma i miei pirottini!

Enjoy!

mercoledì 19 ottobre 2011

Nostalgia estiva: ARISTA in crosta aromatica


Accidenti a questi primi freddi, ai mal di gola e raffreddori ricorrenti, al grigiore incombente ed alla pioggia fina che, gia' dopo un giorno, comincia a stufare :-(
Se penso che, solo ieriiiiiiiii ...
avevamo il coraggio di dire che faceva troppo caldoooo.
Ecco che partono i rimpianti:

quante volte sara', a tutti, capitato di incappare in una gustosissima offerta sul banco del super preferito!!!!
Un bel pezzo di arista che aspetta soltanto una morte degna, nel forno di casa! E anche se il clima non lo consente ... 30°gradi all'ombra :((((( ... vi svegliate presto, presto ... lasciate al buio il consorte e spalancate tutte le finestre per catturare il refolo mattutino che desiderate ardentemente si insinui fin nella vostra cucina ... Furtivamente accendete il forno, nessuno in casa lo deve sapere, e ancor piu' furtivamente, assalite da profondi sensi di colpa, preparate la "bestia" alla concia e successiva cottura.
Complice la ricettina che, per puro caso, occhieggia dalla vostra rivista preferita.
Non si puo' chiudere la porta della cucina , pena la morte per lenta ma sicura consunzione dei liquidi vitali, non si puo' accendere il condizionatore perche' e' in funzione il forno ... cosi' sui due piedi, in preda all'ansia per il calore che si sta diffondendo per tutta la casa ... non resta che attendere i tempi di cottura e le brontolate dei vostri familiari!!!
Ma ce n'e' ben donde ... nulla puo' frenare la voglia sperimentativa in cucina: allora ... via!
Si va a cominciare:
INGREDIENTI:
1,5 kg di lonza di maiale
1 kg di sale grosso

130 gr di olio extravergine d'oliva
3 albumi
un rametto di rosmarino, 5/6 rametti di timo, un ciuffo di prezzemolo, 10 foglie di basilico, 10 fili di erba cipollina
3 cucchiai di aceto bianco

CHE FARE:
rosolare la lonza in padella in modo da colorirla su tutti i lati, anche quelli del taglio per impedire che i preziosi succhi fuoriescano in ottura. Quando e' ben colorita, toglierla dalla padella e lasciarla intiepidire.
Preparare in una larga ciotola; i tuorli leggermente battuti, il rosmarino e 5/6 rametti di timo, il sale grosso fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.
Foderare una teglia con carta forno e porvi , sul fondo, il sale grosso in uno strato alto circa mezzo cm. Appoggiarvi sopra la lonza ormai tiepida e ricoprirla con il resto del miscuglio al sale (crosta aromatica)premendolo bene e saldandolo alla base.
Infornare a 200°C per 40' circa.
Sfornare l'arrosto e lasciar riposare
Spaccare quindi la crosta e togliere l'arrosto che verra' servito tagliato a fette e accompagnato con una salsina ottenuta frullando il pane bagnato con 2 o 3 cucchiai di aceto bianco, un ciuffo di prezzemolo, una decina di foglie di basilico, una decina di fili di erba cipollina, un pizzico di sale e un filino di olio.



Nessuno ha brontolato *_^ !!! Io mi son trovata il pranzo pronto perche' questo arrosto di lonza rimane gustoso e non stopposo anche freddo!

Bon Appetit!