lunedì 31 gennaio 2011

"DESIDERATA" di un lunedi' mattina: FIDENZA / MILANO


Bella sorpresa !
L'inverno non demorde ma mi piacerebbe essere qui:
"DESIDERATA"
di un lunedi' mattina


E SAPETE PERCHE'??
Oggi va in scena ...


Per una "risottara" come me, sarebbe proprio un'occasione GOLOSA!!!
La mia identita' di milanese doc si ripropone in questa dimensione risottara che si riaffaccia ogniqualvolta ci sia un "evento", una ricorrenza, una "voglia" particolare ... In particolare con questi freddi, questa bella coltre bianca che ammanta e schiarisce la citta'!
Il profumo del brodo che sobbolle in pentola, il riso che diventa lucido nel sentore di cipolla soffritta (proustiana memoria che rimanda all'infanzia ... le mie sere ... con il risottino di papa' ... in attesa del rientro della mamma! Cipolla soffritta sul pane fresco: che delizioso finger bread!!!)
 Lo sfrigolio dell'evaporare il bicchiere di vino con l'occhiale che si appanna ...
Comincio ad intuire perche' mi piaccia cosi' tanto il risotto ;-)

Mi fa piacere riportare le infornazioni del sito, vorrei proprio essere per le strade di Milano, a seguire passo passo questa manifestazione!


Quindici chef reinterpretano il piatto meneghino per eccellenza, nella seconda edizione di
“Un risotto per Milano”,
 in programma dal 29 al 31 gennaio 2011.

Mentre il capoluogo lombardo si prepara a ospitare oltre 60 fra i più rappresentativi cuochi internazionali attesi alla settima edizione del congresso IDENTITA’ GOLOSE (30 gennaio - 1 febbraio), l’Assessore alle Attività Produttive ed Eventi del Comune, Giovanni Terzi, ha invitato gli chef del “salotto di Milano” a preparare per tutti i cittadini un risotto speciale.
“Dopo il successo della prima edizione – ha commentato l’assessore Terzi – l’iniziativa torna a Milano per coinvolgere tutti i cittadini nella degustazione di piatti esclusivi. Un’occasione di incontro con i grandi nomi della tavola meneghina, che non dimenticano chi si trova in difficoltà, grazie alla destinazione benefica del progetto.”
La seconda edizione di “Un risotto per Milano“ propone un doppio appuntamento: si comincia in centro sabato 29 gennaio.

I risotti d’autore porteranno la firma di Andrea Berton chef del ristorante Trussardi alla Scala, Daniel Canzian chef al ristorante Il Marchesino patron Gualtiero Marchesi, Filippo Gozzoli chef al ristorante The Park dell’hotel Park Hyatt, Ferdinando Martinotti chef di Peck, il tempio dei golosi e di Matteo Pisciotta chef del ristorante Luce di Varese, eccezionalmente ospite presso Peck Italian Bar.
L’obiettivo è distribuire oltre 3000 risotti. Le porzioni saranno proposte a 8 euro che andranno a favore di Anlaids - Sezione Lombarda Associazione Nazionale per la Lotta contro l'AIDS, che promuove studi e ricerche sull'AIDS oltre a svolgere importanti campagne di prevenzione e di educazione alla salute.
Sarà per tutti i cittadini un’occasione per compiere una buona azione ma anche un’opportunità visitare luoghi prestigiosi, simbolo della migliore ristorazione milanese.


mercoledì 26 gennaio 2011

IL MARE D'INVERNO

Piccoli ricordi di una "lontana vacanza", almeno a livello di percezione!
Una vacanza per festeggiare il nuovo anno perche': chi ben comincia ...



E' stata con grande sorpresa che abbiamo visto, in negozietti, bancarelle e mercati, una grande varieta' di sali!
La
" M I A    P A S S I O N E "
coniugati con erbe, profumi e spezie,
di provenienze e consistenze diverse!!!
Una gioia per gli occhi e il naso
 *_*

Cosi' ho pensato che fosse finalmente ora di "dare luce" ai miei esperimenti con i sali che, di vacanza in vacanza, mi sono acquistata e che occhieggiano dai mille vasetti in bellavista in cucina.


Sali nostrani e sali esotici: dalle saline piu' domestiche: il "SALE DOLCE DI CERVIA"
Dalle saline vacanzifere: il sale delle SALINE TRAPANESI DI NUBIA
il sale grigio DI GUERANDE e quello DI NORMANDIA (Francia).
Da fiere ed eventi: il SALE ROSA himalaiano, il SALE BLU di Persia, il SALE NERO hawaiano ...

e prox vi raccontero' piu' diffusamente di questa mania: ma come ti vengono!!!! Sento gia' le voci amiche che si interrogano ... Non lo so! Nascono da letture, piccole suggestioni pescate fra le righe di qualche rivista, qualche brandello di informazione strappato alla corsa quotidiana ...
Poi diventano "curiosita'" ...  poi ancora "passioncelle" e infine ... un po', manie!

mercoledì 19 gennaio 2011

INAUGURAZIONE "duecento50" cafe'


e arriva il fatidico 15 Gennaio 2011!
Si inaugura il nuovo locale di
Betty



Cristiano


e Andrea


Qui, roba da non crederci :-) abbiamo un luminosissimo e spaziosissimo
Backstage!
dove ci affaccendiamo con molta solerzia! Ma siamo una squadra molto ben affiatata e l'intesa ci permette di collaborare in modo impeccabile.


Finalmente abbiamo ripiani e piani di lavoro a non finire, dove man mano trovano posto le nostre "delicatessen"!
New entry, dell'inaugurazione, piccoli muffins con rimacinata di semola che verranno farciti con fettine di salumi ma ... sono buonissimi anche cosi'!


Altra novita' le "rose rosse", finger bread con un ripieno di peperone al forno spellato, tagliato in striscioline, condito con ottimo olio evo (di Stefano ovviamente) e un morsetto di provolone dolce:
uuuuhhhmmm ... una squisitezza.




La solita torta fiorellina salata al gorgonzola dolce, nel suo guscio di brisèe, era affiancata da una "sorella": lo stesso impasto ma usando rimacinata di semola che, comperata per il muffins, mi attizzava sperimentare in altri impasti salati e lievitati. Lo so, lo so, non si fa ... non si fanno sperimentazioni per un evento ma, ormai, l'aumentata sicurezza mi fa rischiare qualcosina ... La seconda torta fiorellina salata era "non prevista" percio' ho potuto "rischiare" un insuccesso ... invece devo dire che la rimacinata di semola, lievita un po' meno ma offre al palato una consistenza piu' sablèe che rende nuova anche la fiorellina!!!!!


Largo poi alla sfoglia nelle sue diverse declinazioni: dai vol au vent con spuma di crudo, alle briochine che, al solito, sono andate a ruba per dimensione e sapore ... agli sgonfiotti con mortadellina che sono spariti in un batter d'occhio!


La brisèe e' stata poi declinata in
patate, provola e gamberetti


strudel di zucca, amaretto e ricotta stagionata al peperoncino


zucchine stufate e prosciutto crudo, quiche Lorraine.
Altra new entry, uno splendido rotolo di frittata al crudo, formaggio e insalata ... delicatissimo!


Le solite "palle" in versione mignon, farcite di affettati


Gorgonzola e Parmigiano, in forma con verdure



e un po' di frutta per sciacquare la bocca prima della comparsa ...
di una splendida fontana di prosciutto crudo di Parma (questa volta graaaannndeeee  graaannnndddde!) accompagnata da diverse focacce: al rosmarino, alle olive ...
E alle h.20,00
uno stupendo e profumatissimo risotto alla Parmigiana, cotto a dovere con due bottiglie di Prosecco e mantecato con burro e abbondante Parmigiano grattugiato ...
MMMMMMMmmmmmmmm ....
Non chiedetemi la documentazione fotografica.
Uno splendido risotto all'onda che ha trovato degna collocazione all'interno di una mezza forma di Parmigiano!

Enyoj

Ha concluso la serata un bell'arrosto di arista con sughetto di panna e senape ma, vabbe' anche di cio' daremo documentazione a venire.
Un bel po' di gente e' passata sui nostri tavoloni, splendidamente addobbati grazie a
MACO store.
Evento passato ... evento fortunato!
Alla prox :-)

martedì 11 gennaio 2011

NATALE DA NOI

Anche per quest'anno, e' da noi
LA GRANDE FESTA!
Festa degli affetti, della sorpresa negli occhi dei piccoli, della tenerezza sui visi dei grandi ... festa delle parole sussurrate, delle battute intessute e intrecciate nel desiderio reciproco di sorridersi!
Festa degli occhi ma anche del gusto di condividere qualche piatto che ciascuno ha il piacere di pensare, preparare e offrire con amore!

A me il piacere di preparare, al solito, gli stuzzichini per l'aperitivo e ...
piatto ricco ... mi ci ficco :-)
La parola ANTIPASTO sta normalmente a significare l’apertura di un pranzo o di una cena.
In particolare l’antipasto caldo e' preferibile servirlo nella stagione piu’ fresca e quindi … nello stendere il menu’ natalizio, vado cercando qualche nuova idea per variare le entrèes, visto che per il resto, ci si atterra’ strettamente alla tradizione.
Provo a preparare i vol au vent con la pasta sfoglia: pronta, compra ... perche' il Natale e' un periodo senza tregue, pause e respiri di "meditazione" e sperimentazione culinaria.
Ma una ricettina di sfoglia home made, prima o poi, me la tolgo dal libricino degli appunti o dal picci!


Vista la riuscita, trovo pronte da farcire, nella loro bella scatoletta di latta, come brave bambine, le tartellette di brisèe che trasformo in mini-quiches Lorraines.
L'ormai collaudato impasto la fa da padrone, nel mio forno e scopro una news (almeno per me!): secondo la tradizione culinaria, la cottura della  quiche va interrotta quando il ripieno comincia a gonfiarsi e sapete perche’??? Perche' il ripieno, versato nel guscio di brisèe, e’ essenzialmente composto d' acqua, materia grassa e proteine che gonfiandosi, trasformano le sostanze rendendo cosi' il contenuto particolarmente duro e compatto. Occhio dunque che non si gonfi, curare per bene le tartellette impedendone la "bollitura"!


Con i ritagli di sfoglia, rimasti dopo la composizione del secondo strato di vol au vent, preparo torcetti al parmigiano e panzerottini di pancetta affumicata e provola (graditissimi dai bambini!)



Quest'anno le barchette di brisèe hanno offerto alloggio alla crema di gorgonzola, un'idea rubata a Chicca, nella festa degli Auguri ... buoooonisssssime!
E poi ...
la documentazione fotografica finisce qui!
L'incalzare dei ritmi, gli arrivi dei diversi gruppi, le cotture da ultimare ... mi hanno portata a consegnare la macchina fotografica e, il documentare ogni portata, e' stato affidato a Betty con la sua splendidanuovabellissimasupertecnologica macchina!!!!!
Adesso ci vorra' un po' di tempo per "vedere" il frutto delle sperimentazioni ... studiare e caricare il sofware, trovare i tempo ... ecc. Prima o poi ce la faremo:
queste, per ora, le suggestioni

ANTIPASTI
pasticci di Laura
culaccia scelta da Enzo
culatello di Massimo e Silvia

PRIMI
Lasagne per Franca, cannelloni per la nonna ... i pilastri del menu di Natale.
A noi spaziare e sperimentare!
cannelloni di Nonna Dina
pasta al forno di Franca e Mario
nidi di rondine di Laura

SECONDI
il "grand Visir de touc i bollit"
(cappello del prete, salamelle, lingua di vitello, gallina)
scelto accuratamente da Enzo
Mostarda di Cremona

 vitello tonnato
di Franca e Mario

Gran Gorgonzola
di Lina

La frutta secca
di Franco
e
Granfinale
Focaccia
di Tosi
(Salsomaggiore terme)




Abbiamo pasteggiato e brindato abbondantemente!!!!!
Con un buon Chianti di Massimo e Silvia,
con la
"Gran Couvèe Scarlet"
di Quadra (Franciacorta"



La "seduta" ovviamente, tra caffe' e ammazza caffe', e' sconfinata nella cena dove ha trovato posto una bella tazza di "Superbrodo" e Anolini
come tradizione comanda!

S P L E N D I D O !
Anche quest'anno ce c'abbiamo fatta: alla grande!
Grazie alla collaborazione di tutti,
alla disponibilita' di intrupparsi in macchina, di sorbirsi il viaggio, sempre a rischio di neve, gelo o nebbia (aaah la bassa padaaaaaaanaaaaaaa!)
alla voglia di continuare a perpetuare la tradizione del Natale: unica festa che merita lo sforzo e l'amore di tutti noi!
(Almeno per me)


venerdì 7 gennaio 2011

Special St.Silvestre: per le strade di notte e di giorno

Partiamo presto e per il calar del sole siamo gia' sistemati, con appartamento allestito di tutto punto e facciamo la nostra incursione a Saint - Raphael ai mercatini sulla passeggiata dei bagni!


Non rimaniamo delusi: tutto come previsto, come ci aspettavamo, i nostri ricordi non ci hanno imbrogliato!
Troviamo anche le indicazioni che cercavamo: lo spettacolo de "La fete de la Lumiere" ci sara', anche questa volta, anche quest'anno: Saint - Raphael non ci delude mai !!!!!


Ci riscaldiamo con un buon vin chaud e, data l'ora, la merenda e' a base di
CHURROS!!!!!

Poi incominciamo, rifocillati e riscaldati, il periplo degli chalet in legno, appositamente allestiti come mercatini di Natale!
Porte bonneure

Sacchettini di spezie trasformati in quadretti graziosi e profumati


e sopra di noi un tetto di stelle, che illumina la sera e ci rende un po' piu' benevola la serata: il cielo e' denso di nubi ma ... fortunatamente ... non piove!


E' bello passeggiare per queste strade, stracolme di gente che sembra, come noi, non avere fretta, non avere mete ma, solo il puro piacere di passeggiare facendo due chiacchere. Sono tanti "les italiens", la costa la riempiamo noi sfruttando il savoir fare dei cugini francesi che sanno tenere vive le loro citta' sul mare per tutto l'anno. Anzi e' ancora piu' gradevole, questo mare, fuori stagione.
Con questo andamento lento che la avvolge: i negozi sono pronti per i saldi, fra qualche giorno chiuderanno i battenti per un mesetto circa ma accolgono e stuzzicano il turista per gli ultimi accattivanti acquisti.


E, infine, la visione che ci accoglie dal balcone di "casa" ...

Si, ormai non possiamo che considerare come "casa nostra", questo angolo di Costa Azzurra che ci accoglie ogni qualvolta il pensiero si metta in fuga.
In fuga dalle nebbie, dalla pioggerellina insistente, dal traffico, dai problemi del quotidiano, dal malessere del tran tran ... insomma quando abbiamo voglia di quell'evasione che e', mettere strada tra noi e i problemi ...
Il villaggio completamente illuminato e con un count down che ci ricorda quanto manca alla fine del 2010, ci da la
BONNE NUIT!

IL GIORNO SEGUENTE SIAMO A CANNES!
La splendida Cannes che, nonostante il cielo coperto, ci accoglie con i profumi e i sapori della sua Croisette, dei vicoli con i locali piu' commerciali: Rue Jean Jaures e del gran passeggio, la via delle grandi firme: Rue d'Antibes!
E ci si conferma la voglia di Huitres

e continua ...

APERITIVO degli AUGURI

Sta per partire la nuova avventura della Famiglia Scarlet che "si allarga"! Si, si allarga in un nuovo locale, ristrutturato con finezza ed eleganza da Cristiano, Elisabetta e Andrea! Nel nuovo locale (di cui vi parlero' diffusamente piu' avanti ;-)) anche a lavori non ancora conclusi ... ci siamo ugualmente espressi, e' stato organizzato un aperibuffet degli auguri, per i proprietari ed i collaboratori dello shoowroom che affianca il nuovo locale ... che nascera' ...

Essendo la vigilia di Natale si e' pensato un menu tutto pesce...

ostriche in guazzetto di limone


 gamberetti e verdurine: orto e mare

cruditèe di affumicati in insalata

insalatina tiepida di mare

e...
immancabile un'Angelica salata con acciughine, pecorino e pistacchi

Che dire?
Ottimo l'abbinamento del pesce con le verdurine!!!!!
Gradita la proposta di aperibuffet che lancia l'arrivederci alla prossima avventura:
l'inaugurazione di

a Soragna (Pr)

Prossimamente su questi post ...............